Tag: Asahi e Sapporo

Birra Giapponese: scopri le nostre Asahi e Sapporo

16/12/2019

La Birra Giapponese ha una propria storia. Nello specifico, ci possiamo riferire in particolar modo alla Asahi e alla Sapporo, di cui vi parleremo in questo articolo. Gustare una buona birra giapponese al ristorante e abbinarla ai piatti vi permetterà di riscoprire un nuovo sapore per il vostro palato!

Birre Giapponesi: ecco cosa sapere a riguardo

Se state pensando di andare a mangiare per la prima volta al ristorante giapponese, o semplicemente desiderate provare la birra del Giappone, possiamo parlarvi delle più famose, ovvero la Sapporo e la Asahi. Come è realizzata la birra giapponese? Quali sono gli ingredienti e i processi di fermentazione?

La birra giapponese è indubbiamente una delle bevande alcoliche più popolari in Giappone. Pensate che, in quanto a popolarità e uso, in alcune regioni, a partire dalla metà del XX secolo, se ne fa un largo consumo più del sakè stesso, simbolo del Giappone. La  birra Asahi, per esempio, è molto diffusa ed è preparata con ingredienti base, come acqua, luppolo, orzo e malto. Si utilizza il lievito Asahi No 318.

Asahi e Sapporo: alla scoperta delle birre più famose

Vi interesserà sapere che molte birre giapponesi sono prodotte all’estero. La Sapporo, ad esempio, è prodotta in Canada. Vi abbiamo parlato un po’ della Asahi, ed è giusto introdurre anche un’altra birra, ovvero la Sapporo. Ci troviamo di fronte forse a una delle marche più famose.

È prodotta sin dalla fine dell’800. La società giapponese ha cinque birrifici di Sapporo in Giappone, ma ne ha anche il Canada, a La Crosse e nel Wisconsin. La Sapporo detiene il primato: è la prima birra giapponese venduta in America. All’interno della Sapporo, troviamo i classici ingredienti: acqua, orzo, luppolo e malto. Il processo per realizzare le birre giapponesi è molto simile al Sakè.

Ci sono altre birre giapponesi? Sì, per esempio la Kirin, che è stata sviluppata per la prima volta nel birrificio della Spring Valley. Sulle lattine, oltretutto, troviamo alcuni simboli della stagione giapponese; le foglie di acero e i sakura. La birra giapponese è decisamente da assaggiare, magari abbinandola a un buon piatto della tradizione.

Per coloro che vogliono scoprire le ricette della cucina giapponese, Miyama può proporre numerosi piatti, dal sushi al sashimi, fino alle tradizionali pietanze calde del Giappone. Un tripudio di sapori e di gusto: vi invitiamo a venire nel nostro ristorante per scoprire di più!